4 thoughts

  1. Caro Luigi, abbiamo dubitato e forte, su molte cose, anche quando nessuno si permetteva di dubitarne, ma l’unica certezza come tu dici, è stata proprio quella che eravamo convinti e lo siamo tutt’ora, di non essere come loro.

  2. Loro non sono uguali a noi poiché per esser come loro avremmo bisogno di poltrone, non quelle del salotto, ma quelle dove si nominano tra quelli che non sono come noi.

  3. Confermo, sopratutto l’avvocato De Mossi, come ricordato l’altra sera al decennale dell’incendio in Curia, fu il primo e coraggioso ad opporsi fattivamente all’allora re di Siena Giuseppe Mussari.

I commenti sono chiusi per questo articolo.